Grande successo per la seconda edizione di Periferia in Festa

Di seguito il servizio di Telesveva, l’articolo di Barlettalive e alcune fotografie della manifestazione da noi organizzata e fortemente voluta, giunta alla sua seconda edizione.
 

 
28/08/2013

Successo per Periferia in Festa. “I residenti chiedono più iniziative, un impegno per il Comune“

In netta crescita il numero delle persone che hanno preso parte alla seconda edizione dell’evento

Nel corso delle quatto giornate di “Periferia in Festa”, i residenti della Zona 167 hanno rotto progressivamente ogni indugio, prendendo parte alle iniziative organizzate dai volontari dell’associazione “Sinistra per Barletta” in numero via via crescente, fino alla serata conclusiva di domenica scorsa, quando Largo Primavera ha ospitato almeno trecento persone pronte ad ascoltare musica dal vivo ben oltre la mezzanotte.

L’evento, giunto alla sua seconda edizione, ha riscosso un enorme successo, richiamando tanti di quei barlettani – giovani e non – che vivono dall’altra parte della ferrovia, la zona nuova di Barletta. E questo grazie non solo alle iniziative in programma, ma anche grazie all’atmosfera distesa e allegra che gli organizzatori hanno saputo dare all’evento fin dal primo giorno.

Nelle quattro giornate di “Periferia in Festa” l’enorme spiazzo difronte alla scuola statale “Giovanni Paolo II” ha cominciato ad animarsi ogni volta a partire da metà pomeriggio grazie ai residenti in giovanissima età. I bambini si sono divertiti infatti a disegnare sull’asfalto con i gessi, a sfidarsi nei giochi tradizionali come la campana e il tiro alla fune, e mettere in pratica la loro immaginazione disegnando su cartoncini e realizzando lavoretti con materiale di riciclo. E infine si sono dati battaglia nel torneo di scacchi a cura del Club Scacchi Nord Barese, con tanto di premiazione durante la serata conclusiva.

Per gli adulti, invece, ogni sera un dibattito, ciascuno dei quali ha rappresentato l’occasione per discutere e analizzare presente e futuro della città di Barletta sotto più aspetti, come quello della tutela ambientale, della legalità, dell’istruzione, e dei servizi sociali. Dibattiti interessanti, a cui ha preso parte un numero consistente di spettatori, grazie anche alla partecipazione degli assessori comunali competenti e dei rappresentanti delle associazioni cittadine impegnate nei vari settori messi a fuoco durante le discussioni.

Le quattro serate si sono concluse ogni volta con spettacoli di musica e danza con il coinvolgimento di realtà barlettane. La serata finale, presentata da Angelica Scardigno e Mirella Vitrani, ha visto l’esibizione dal vivo di due gruppi musicali: i “Why say not” e i Gadjos”. A seguire l’estrazione dei biglietti vincenti del concorso a premi  indetto dagli organizzatori per finanziare la festa. Festa che aveva come obiettivo quello di “valorizzare le periferie della nostra città costruendo una nuova socialità con intrattenimento, musica, giochi e dibattiti sui problemi di tutti i giorni”.

Un risultato raggiunto in pieno, come spiega il consigliere comunale Carmine Doronzo, uno degli organizzatori. “L’affluenza di pubblico è più che positiva, e in netta crescita rispetto alla prima edizione, questo significa che l’iniziativa funziona e riscuote la fiducia di chi risiede nella periferia della nostra città”. Un apprezzamento che il consigliere comunale ha potuto verificare personalmente nei quattro giorni della festa, durante i momenti di pausa. “Mentre passeggiavamo per le strade della zona, molte persone ci hanno tenuto a fermarci e a complimentarsi con noi per quello che abbiamo fatto, esprimendo il desiderio che iniziative del genere si ripetano più spesso. E parlo non solo dei residenti, ma anche dei negozianti”.

Il risultato positivo della seconda edizione di “Periferia in Festa” conferma quanto sia importante riuscire a portare nella periferia barlettana quelle iniziative culturali, ludiche e di intrattenimento che accelerano e garantiscono la formazione e la crescita dei membri di una comunità. Attività che invece sono ancora quasi esclusivamente ad appannaggio del centro cittadino, e ancora di più del centro storico.

Della necessità di impedire che ciò si ripeta ancora è convinto anche il consigliere Carmine Doronzo. “L’amministrazione comunale deve trarre le giuste indicazioni dal successo ottenuto in questa seconda edizione. Il Comune di Barletta è chiamato ad impegnarsi sempre di più – insiste il consigliere – affinché iniziative come questa si ripetano più spesso nel tempo e diventino sempre più numerose”. Poi un ringraziamento ai giovani volontari di Sinistra per Barletta, che con un grande lavoro di squadra hanno fatto in modo che la festa avesse luogo. “I ragazzi hanno fatto un lavoro magnifico, un lavoro duro, e senza di loro la festa non ci sarebbe stata. E lo hanno fatto da volontari, – conclude il consigliere Doronzo – solo per la soddisfazione di fare qualcosa di bello e di buono per i nostri concittadini che vivono in periferia”.

http://www.barlettalive.it/news/Cronaca/240182/news.aspx#main=articolo

https://www.facebook.com/pg/SinistraPerBarletta/photos/?tab=album&album_id=607029662681210

https://www.facebook.com/pg/SinistraPerBarletta/photos/?tab=album&album_id=605008062883370

https://www.facebook.com/pg/SinistraPerBarletta/photos/?tab=album&album_id=604556749595168