STOP CONSUMO TERRITORIO E PERIFERIE

Carmine Doronzo Comunali 2013 Stop al Consumo del Territorio

Il consumo del territorio consiste nella riduzione delle aree naturali e di quelle destinate all'agricoltura dovuta alla continua espansione delle città, delle infrastrutture, degli insediamenti industriali e commerciali.

La cementificazione selvaggia ormai è una piaga per l'intero territorio barlettano. La corsa all'edificazione degli spazi agricoli ha lasciato in città case sfitte e abbandonate, altre in stato di degrado. Recuperare gli spazi urbani del centro cittadino, ma anche i capannoni dismessi della periferia (per destinarli ad un impiego pubblico e sociale) deve essere la prerogativa per poter costruire una nuova città sostenibile.
Non è più possibile guardare al territorio ancora come uno spazio da inondare di cemento. Le nostre periferie nonostante raccolgano la maggior parte della popolazione cittadina, sono completamente abbandonate e prive di servizi. Vivono problemi di allagamenti, di randagismo e di sicurezza perché le amministrazioni scorse hanno visto questi luoghi esclusivamente come bersagli per facili profitti e speculazioni. Senza spazi di aggregazione costruttivi per giovani e per anziani; senza mai un'iniziativa culturale; senza un trasporto efficiente tra centro e periferie, come pretendiamo che la nostra città cresca? Come possiamo sperare che i fenomeni di criminalità diminuiscano se queste zone della città vengono escluse completamente dalla città e dagli stimoli culturali di questa? Barletta non può continuare a vivere questa lacerazione tra centro e periferia, banalmente anche nelle più comuni sperimentazioni di politiche cittadine (raccolta dell'umido iniziata solo nel centro).
L'amministrazione in collaborazione con le scuole, le associazioni e le parrocchie dovrebbe cercare di tessere un'alleanza per essere più vicina ai cittadini, educandoli alla partecipazione e alla politica sana, portando stimoli e individuando soluzioni ai problemi e ai bisogni dei cittadini.

You are here: Home e se Barletta fosse a colori? Urbanistica Stop Consumo Territorio e Periferie