Procura di Trani: 18 indagati per disastro ambientale

cem.jpg

L'indagine della Procura della Repubblica sul reato di disastro ambientale legato alla cementeria di Barletta arriva dopo anni di mobilitazioni, informazione, azioni legali intraprese dal mondo associativo e dai movimenti locali.

Certamente incoraggia l'attenzione della magistratura e sono certo che non sarebbe stata tale senza l'azione civica di quella cittadinanza sana che da anni denuncia una situazione molto preoccupante per la salute pubblica in cui un cementificio situato in pieno centro si trasforma di fatto in un inceneritore con "licenze inquinanti" maggiori degli inceneritori veri e propri.
Incoraggia ma non basta perché da questo momento in poi nessuno può avere più scuse e nascondere la testa sotto la sabbia: sia la parte politica (salvo rari casi) e il sindaco Cascella che fino ad ora hanno tergiversato sul tema, sia la comunità cittadina che deve far seguire all'indignazione dei sani comportamenti quotidiani a partire dal corretto conferimento dei rifiuti e dalla riduzione dell'utilizzo delle automobili in città.

 


Di seguito una mia intervista sui temi riguardanti la cementeria del settembre 2011 su BarlettaViva :

http://www.barlettaviva.it/notizie/carmine-doronzo-risponde-a-barlettalife-sulla-cementeria/

You are here: Home Blog Procura di Trani: 18 indagati per disastro ambientale